Fontana del Piscinello

Anno 2016

Intervento

La fontana si colloca dopo porta Trasimena nello spiazzo che si apre alla fine di via Piscinello. La fontana è costituita da due piccole vasche una di travertino, una di calcare rosa più grande.

Entrambe sono inserite nel muro. A sinistra della vasca minore si trova una nicchia, in laterizio, che ospita l’iscrizione sotto riportata:

Immondezze qui non si gettino
né si lavi alcun drappo
veglia la legge

Stato di Conservazion e Caratteristiche Costruttive

Fontana del piscinello

Dall’esame visivo svolto la fonte costituita essenzialmente in travertino, è alterata dal tipico degrado che aggredisce le opere lapidee esposte all’aperto. La vasca in travertino, presenta evidenti segni di erosione del materiale, indotto dagli agenti atmosferici, specialmente nella parte superiore, mentre in corrispondenza delle alveolizzazioni del materiale si notano localizzati annerimenti dovuti a deposito superficiale. Il bacino più grande oltre che dalle patologie sopra descritte, anche da un’accentuata disgregazione del materiale lapideo originario. Il pavimento che circonda la fontana è completamento bagnato segno evidente di perdite provenienti dalla vasca più grande. Estesa e molto spessa è la patina biologica presente sia all’interno del bacino che nel paramento sotto la cannella. La parte esterna delle vasche è coperta da macroflora algale sia essiccata che imbibita.

L’aiuola laterale, oggetto di scarsa manutenzione, è una zona degradata.

Intervento Previsto

  1. Intervento di lavaggio iniziale con idropulitrice a bassa pressione esteso al paramento in mattoni
  2. Operazione di disinfezione mediante biocida in due stesure di cui la seconda 7-10 giorni dalla prima esteso non solo alla fontana, ma anche alla pavimentazione del sagrato

Elementi in travertino

  1. Operazione puntuale di disinfestazione mediante applicazioni localizzate di biocida nei punti dove l’attacco biologico è più aggressivo
  2. Pulitura chimico fisica mediante impacchi in polpa di cellulosa e successiva estrazione di sali solubili mediante applicazioni di acqua demineralizzata in sospensione con carta assorbente e/o similari nelle zone dove sono presenti le croste detritiche e le patine più estese
  3. Operazioni di rimozione con mezzi meccanici, manuali e/o strumentazioni di precisione dove sono presenti le alveolizzazioni del travertino
  4. Eventuale protettivo impermeabilizzante di elementi lapidei
  5. Stesura impermeabilizzante fondo vasche
  6. Trattamento finale di disinfestazione mediante biocidi a lento rilascio per prevenire la formazione di micro e/o macroflora
  7. Revisione cromatica

Paramento in mattoni

  1. Operazione puntuale di disinfestazione mediante applicazioni localizzate di biocida nei punti dove l’attacco biologico è più aggressivo
  2. Operazione di pulitura con impianto di idropulitrice ad acqua calda a bassa pressione
  3. Operazione di pulitura per la rimozione di vernici con opportuni solventi di cui si testa preventivamente la reazione del materiale
  4. Protettivo impermeabilizzante per elementi in laterizio
  5. Trattamento finale di disinfestazione mediante biocidi a lento rilascio per prevenire la formazione di micro e/o macroflora.

Pavimentazione aiuola esistente

  1. Si prevede di eliminare l’aiuola esistente, e di pavimentare la superficie con mattoni posti a coltello

Storia

È una delle più antiche fontane di Perugia, coeva alla sistemazione di san Francesco al Prato del 1285. La fantasia popolare accreditò il curioso nome di Piscinello al rivolo di sangue che nell’anno 1482, durante la lotta cruenta tra i Baglioni e gli Oddi, discese dalla piazza e arrivò fino a dove era la fontana che fece colorata in rosso. La verità è che tale denominazione esisteva già precedentemente e tale fontana aveva anche dato il nome alla vicina porta urbica ormai scomparsa. Il nome deriverebbe dalla limitata portata d’acqua

La vasca maggiore ha larghezza di 1.59 mt. e profondità 1,05 mt.. La vasca minore misura 0.78 mt. in larghezza e 0.63 mt. di profondità.

Resoconto economico

Erogazioni ricevute: € 3.050,00

Valore stimato dell'intervento: € 18.400,00

Erogazioni spese: € 0,00

Situazione al 28 febbraio 2018

Come donare

.

DONAZIONE ONLINE

La donazione online avviene attraverso la piattaforma regionale PagoUmbria che dà la possibilità di effettuare pagamenti tramite Carta di Pagamento o con Bonifico bancario.

Sarà necessario compilare i campi proposti ed compilare il campo Causale del versamento scrivendoci:  "ART BONUS Fontana del Piscinello".


DONAZIONE CON BONIFICO BANCARIO

Il bonifico dovrà riportare le seguenti informazioni:

COMUNE DI PERUGIA
Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA
P.Iva 00218180545 - C.F. 00163570542
Tesoriere Comune di Perugia
UNICREDIT Spa Corso Vannucci 39
IBAN: IT07D0200803027000029502587

Nella causale del versamento è necessario indicare:  «ART BONUS @Model.Beni.First().Nome» e dal codice fiscale  del donatore.