Sala della Vaccara, porta lignea a due ante Elenco di tutti i mecenati di Sala della Vaccara, porta lignea a due ante

Anno 2017

Il bene prima dei lavori

Storia

Porta lignea della Sala dei Notari

Situata a fianco al portone in legno e metallo della Sala della Vaccara, questa porta dalle dimensioni di 2,00 x 1,10 metri risale al XVI secolo.

Vincenzo Danti, architetto che si occupava di ampliare la scala di accesso ai piani superiori del Palazzo la descriveva nei suoi documenti come "la porticella all'incontro che passi via diritto nella Sala dei Notari per vedere il lume innanzi nell'entrare e nell'uscire, massime la sera di notte come anco per levare il pisciatoio che ora si fa innanzi alla detta porta dove i S. si fermano per licenziarsi dal superiore imbrattandosi bene spesso i loro mantelli".

Il manufatto è costituito da un fusto interno di assi verticali, al quale sono fissate le assi esterne mediante chiodatura metallica, disposta secondo un semplice ordine geometrico.

Intervento

Stato di Conservazione

Porta lignea della Sala dei Notari

L'opera versa in un pessimo stato di conservazione: ormai da tempo priva di una efficace verniciatura protettiva, la superficie esposta agli agenti atmosferici risulta inaridita e localmente inconsistente. Sono evidenti estesi ammaloramenti delle assi della parte bassa, peraltro già oggetto in passato di sostituzioni. Attacchi di insetti xilofagi e di agenti microbiologici aggravano, specie in basso, le precarie condizioni delle assi, facendo perdere ulteriore consistenza alla materia lignea. Cadute di parti del legno della cortina esterna lasciano intravedere il legno delle tavole verticali del fusto interno, anch'esse in condizioni di avanzato degrado.

Intervento Previsto

L'intervento di restauro della porta lignea, da eseguirsi in laboratorio, consistente nelle seguenti fasi operative:

  • smontaggio delle ante dalla sede e trasporto in laboratorio;
  • fornitura e montaggio di pannelli di chiusura provvisoria;
  • pulitura da depositi e vernici deteriorate mediante uso di sverniciatore neutro, solventi volatili e finissima lana d'acciaio;
  • applicazione di biocida a pennello per trattare o prevenire attacchi di parassiti del legno;
  • risanamento di parti lesionate ed integrazione delle parti mancanti con inserti dello stesso legno;
  • stuccatura di piccole lesioni; velatura con colori a base di terre per raccordare eventuali discordanze cromatiche;
  • trattamento protettivo finale eseguito a pennello con prodotti specifici, individuati previa campionatura; verifica degli organi di chiusura e movimentazione.

Resoconto economico

Erogazioni ricevute: € 2.300,00

Valore stimato dell'intervento: € 2.300,00

Erogazioni ricevute: € 2.300,00

Situazione al 28 dicembre 2017


POSIZIONE DEL BENE