Ex Convento di Monteluce, Portone Elenco di tutti i mecenati di Ex Convento di Monteluce, Portone

Anno 2017

Il Bene PRIMA dei lavori

Storia

Portone Ex Convento di Monteluce La Chiesa e il Monastero di Santa Maria di Monteluce furono costruiti nel 1218 con la donazione di un pezzo di terra al Cardinale Ugolino, futuro Gregorio IX, ad un gruppo di donne che viveva secondo il modello di Chiara d’Assisi. Nel 1448 un gruppo di Clarisse provenienti dal già riformato Monastero di S. Lucia di Foligno venne a Monteluce, aprendo così una nuova pagina di storia, di fervore religioso ed anche di vita culturale per il monastero. Dal XVI secolo al XVIII, questo Monastero fu il più ricco ed il più prestigioso tra quelli femminili presenti in Città.

Il manufatto oggetto di restauro si trova nella facciata della Chiesa ed è il portone principale dell’ex convento. Risalente al 1415 presenta le caratteristiche tipiche dei portali medioevali (a sesto circolare con fasci di colonnine negli strombi), è realizzato in legno di conifera e presenta all’esterno, all’intersezione delle assi, elementi decorativi in metallo. Le singole ante sono costituite da un telaio strutturale, dove sono incastrati i pannelli bugnati. Al medesimo telaio sono fissate i robusti organi metallici di movimentazione e di chiusura.

Intervento

Stato di Conservazione

L’opera versa in un pessimo stato di conservazione: ormai da tempo priva di una efficace verniciatura protettiva, la superficie esposta agli agenti atmosferici risulta inaridita e localmente inconsistente. Sono evidenti estesi ammaloramenti delle assi della parte bassa, peraltro già oggetto di passate sostituzioni. Inoltre i pannelli bugnati presentano larghe fenditure e mancanze.

Caratteristiche Costruttive

Il manufatto è realizzato in legno di conifera. Le singole ante sono costituite da un telaio strutturale, dove sono incastrati i pannelli bugnati. Al medesimo telaio sono fissate i robusti organi metallici di movimentazione e di chiusura.

All’esterno, all’intersezione delle assi, troviamo elementi decorativi in metallo.

Intervento Previsto

L’intervento di restauro dovrà essere approfondito e completo, ponendosi come scopi oltre al corretto funzionamento, quello primario del ristabilimento della compattezza degli elementi costruttivi per evitare ulteriore infiltrazione di acqua dalle fenditure ed un adeguato trattamento di superficie, poiché solo attraverso la completezza di ogni parte, la realizzazione del corretta protezione superficiale ed un programma di manutenzione, il manufatto potrà conservarsi rispetto alle sollecitazioni degli agenti climatici.

L’intervento di manutenzione del portone ligneo, da eseguirsi sul posto, consistente nelle seguenti fasi operative:

  • rimozione di depositi incoerenti quali polveri e altro materiale incoerente con pennelli ed aspirapolvere;
  • rimozione delle vernici deteriorate per mezzo di levigatura con finissima lana d’acciaio e con l’ausilio ove necessario di solventi volatili;
  • rifinitura della rimozione di depositi induriti con l’ausilio di strumenti meccanici manuali quali spazzolini, bisturi o altri utensili;
  • applicazione di biocida a pennello per trattare o prevenire attacchi di parassiti del legno;
  • applicazione ove necessario su lesioni o lacune di inserti dello stesso legno;
  • stuccatura di piccole lesioni;
  • velatura con colori a base di terre di eventuali discordanze cromatiche;
  • trattamento protettivo finale eseguito a pennello con prodotti specifici, individuati previa campionatura;
  • verifica degli organi di chiusura e movimentazione;
  • ricostruzione di chiodature esterne mancanti con la medesima forma delle originali;
  • trattamento protettivo delle parte metalliche per prevenire l’ossidazione.

Resoconto economico

Erogazioni ricevute: € 1.812,00

Valore stimato dell'intervento: € 26.000,00

Erogazioni ricevute: € 1.812,00

Situazione al 22 marzo 2019

Come donare

DONAZIONE ONLINE

La donazione online avviene attraverso la piattaforma regionale PagoUmbria che dà la possibilità di effettuare pagamenti tramite Carta di Pagamento o con Bonifico bancario.

Sarà necessario compilare i campi proposti ed compilare il campo Causale del versamento scrivendoci:  "ART BONUS Ex Convento di Monteluce, Portone".


DONAZIONE CON BONIFICO BANCARIO

Il bonifico dovrà riportare le seguenti informazioni:

COMUNE DI PERUGIA
Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA
P.Iva 00218180545 - C.F. 00163570542
Tesoriere Comune di Perugia
UNICREDIT Spa Corso Vannucci 39
IBAN: IT07D0200803027000029502587

Nella causale del versamento è necessario indicare:  «ART BONUS @Model.Beni.First().Nome» e dal codice fiscale  del donatore.